martedì 5 marzo 2013

Cecenia - Leonardo Giuliano

destino strano per uno che si chiama Russo, quello di essere ammazzato dai russi.
il film racconta dell'ultimo viaggio di Antonio Russo, giornalista di guerra, e lo ricorda.
Gianmarco Tognazzi è bravo e il film merita di essere visto - Ismaele


QUI  una pagina dedicata ad Antonio Russo

Cecenia è la storia del reporter di guerra Antonio Russo, ucciso a Tblisi il 16 ottobre 2000.
Settembre - Ottobre 2000: Antonio Russo intraprende un ulteriore viaggio verso la Cecenia; da Tblisi attraverso le montagne Cauconiche per raccogliere documentazioni e testimonianze di una guerra in atto di cui si parla poco. Suo compagno di viaggio è Luca Brivi giornalista italiano, opportunista ed ambiguo. I due intraprendono una spedizione fortunosa con i partigiani ceceni, dalla Georgia verso il territorio ceceno che sarà vanificata da un attacco dell’esercito russo dovuto a una delazione, nonostante tutto Antonio Russo riuscirà a raccogliere delle drammatiche documentazioni degli orrori che si compiono in quella terra, ma qualcuno gli impedirà definitivamente di diffonderle: Antonio verrà brutalmente ucciso il 16 ottobre.
La sorte dei film indipendenti in Italia è spesso segnata – specie quando trattano temi scomodi – da una cattiva distribuzione che li consegna rapidamente all’oblio. E’ il destino toccato a “Cecenia“, l’opera prima di Leonardo Giuliano, con la sceneggiatura di Aurelio Grimaldi e l’interpretazione di Gianmarco Tognazzi. La pellicola racconta la storia di Antonio Russo (interpretato da Tognazzi), il giornalista di Radio Radicale ucciso in Georgia nell’ottobre 2000 mentre indagava sui crimini commessi in Cecenia.”

Nessun commento:

Posta un commento