giovedì 26 gennaio 2012

dietro Marlon Brando c'era Jim Morrison

Antonio, che non usa internet, mi dice che dopo diverse visioni di "Ultimo tango a Parigi", nel tempo, e successivi ragionamenti era arrivato all'ipotesi/conclusione che dietro Marlon Brando ci fosse Jim Morrison.
era vero! - Ismaele



…Hervé Muller, fotografo parigino, conobbe Jim Morrison una mattina della primavera del 1971, quando l’ex cantante dei Doors, dopo una sbronza colossale, svenne nel suo letto. 
Alain Ronay, ex compagno di corso di Morrison all’UCLA, era tornato in Francia all’inizio del 1970, e fu il principale punto di riferimento di Jim a Parigi. 
Agnès Varda, regista, aveva conosciuto Jim durante il suo lungo soggiorno a Los Angeles, e quando Morrison si stabilì a Parigi anche lei, come Ronay, rappresentò per il poeta un fondamentale appoggio. 
Jacques Demi, marito della Varda, anch’egli regista, fece parte stabilmente della ristretta cerchia di Morrison durante tutta la sua permanenza a Parigi. 
Bernardo Bertolucci, il celebre regista italiano, trascorse tutta l’estate del 1971 a casa della Varda e di Demi, visto che proprio assieme alla Varda stava scrivendo la sceneggiatura del suo prossimo film: “Ultimo tango a Parigi”…



A Morrison no se le notaba muy interesado por la música, pero sí por el cine. Pasaba las tardes en las salas cerca de la Sorbona y visitaba varias veces por semana a la realizadora y documentalista Agnès Varda (hoy llamada la “abuela de la Nouvelle Vague”), quien le daba alojamiento al amigo de Jim, Alain Ronay. La directora de Cleo de 5 a 7, escribía algunos diálogos para un proyecto de Bernardo Bertolucci que contaba la historia de un americano alcohólico y deprimido que erraba por París tras la muerte de su esposa. Morrison era en parte la inspiración del relato y según Steele, habría querido protagonizar la película. Pero eso no pasó y Jim quedó profundamente afectado…

Nessun commento:

Posta un commento